Io e la mia 500

...e il mondo di Pas

Attenzione
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito utilizza Cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Premendo il tasto "Accetto", acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu' clicca su "Approfondisci"

    Approfondisci

    Tu hai rifiutato l'utilizzo dei Cookie. Puoi ripensarci.

4^ tappa 18 marzo Torino - Parma - Bologna

 

Sono le 7,30 la casa è già vuota, i ragazzi escono presto per andare a scuola, facciamo in tempo a salutare Paolo e Giuseppe, poi le ultime chiacchiere con Rosanna, prima di iniziare la tappa; ieri sera ho iniziato ad avere qualche colpetto di tosse, sarò raffreddata, con tutta la pioggia che c’è stata?

Anche oggi c’è un bel sole, e con allegria iniziamo il lungo viaggio che ci porterà a Bologna, Pas cerca di non affaticarmi troppo scegliendo un percorso più scorrevole, dirigendoci verso Chivasso e Casale Monferrato; il Tomtom conferma la mia attitudine agli “80” orari lungo la statale, ai nostri lati i prati zuppi ed impregnati d’acqua cominciano a germogliare e fornire le prime … risate di stagione…

I due vagabondi si entusiasmano all’idea del riso, giunti nella … ridente località di Cozzo (PV) decidono di farne una scorta, come al solito io devo sopportare anche questo ulteriore peso… ma ormai sono un soldatino ubbidiente agli ordini del mio superiore!  Qui, al “Molino Filios”, la proprietaria è entusiasta della nostra avventura, e quindi … foto di rito con bandiera!

 


Più avanti, verso Pavia, decidiamo di affrontare l’Autostrada, sicuramente il percorso sarà più monotono, ma dobbiamo passare da Parma e ,poi, a Modena Sud ci attendono, e non dobbiamo tardare! La mia tosse aumenta, Pas cambia l’alimentazione, ora a benzina le cose sembrano migliorare, ma capisco che avrò bisogno di una cura più mirata… per ora andiamo avanti ….

 

L’andatura è costante, gli altri mi sfrecciano accanto veloci, qualcuno addirittura mi sorpassa, poi, sorpreso, si ferma più avanti per aspettarmi e fotografarmi e allora… mi abbandono ai pensieri…soddisfatta ed incredula di tanto entusiasmo…

 

 “ Ma è possibile che tutti mi guardano, suonano il clacson, e ridono quando mi vedono? MA INSOMMA… Non l’avete mai vista una 500 nera con la bandiera d’Italia e tartaruga sul pennone, con la ruota sul musetto, un baracchino, un tomtom, un impianto bifuel GPL e benzina, due duplicatori di accendisigari, due termometri interno/esterno, un bloccapedali, quattro pannelli solari, lampadine d’emergenza a led, caramelle, thè verde, tricche tracche e… due pazzi scatenati che si divertono un mondo a girare l’Italia?

E’ MAI POSSIBILE???

Si, è proprio così, ed in fondo mi accorgo che tutta questa gente mi mostra anche tanto rispetto, ed ammirazione verso questo minuscolo puntino nero sull’autostrada… grazie a tutti, speriamo di incontrarci di nuovo!”

 

  

 

Iniziano i primi contatti telefonici con gli amici del 500 Club Italia di Modena e di Bologna, ci aspettano a Modena sud, siamo un po’ in ritardo, ma mi scuseranno.. Ecco, usciamo dall’autostrada e sono lì ad accoglierci, ci sono anche due sorelline, una rossa ed una blu, e fanno bella figura nel piazzale del ristorante Baia del Re!

La rappresentanza dei Club con Idris e Maurizio e amici è schierata, cordialità e sorrisi ci fanno sentire subito a nostro agio, ci guideranno loro fino a Bologna! Ci mettiamo al seguito della 500 blu di Maurizio e Paola, Maurizio è un Cicerone eccezionale… lungo il percorso abbiamo il piacere di conoscere il Presidente Nazionale del Club... dopo un cordiale saluto e una stretta di mano riprendiamo il cammino; la mia tosse aumenta, ormai anche l’alimentazione a benzina non garantisce più una normale circolazione… deve intervenire un medico!!!!

Maurizio mi porta al Pronto Soccorso del chirurgo Sergio Zale, primario della … clinica privata di Maurizio… lui …. Mi guarda … mi ausculta e… esprime il referto … Nulla di grave, bisogna sostituire le candele, riavvitare qualche bulloncino, sistemare le astine, i tappi, … qualche borbottio…. Alla fine il chirurgo è soddisfatto, si può ripartire, evvivaaa!!!

 

 

Scortati da Maurizo e Corrado (grande amico di Pas, qui a Bologna ad attenderci!) usciamo da Bologna e ci arrampichiamo sulle colline circostanti… la statale della Futa, che domani percorreremo fino a Firenze, inizia a salire…

Noi stasera ci fermeremo qui, dopo  Pianoro, all’agriturismo “Il rulletto”, io riposerò in mezzo a questo silenzio meraviglioso, illuminata dalla luna piena, loro sono già dentro … caminetto acceso e cena abbondante, una bella amicizia sta nascendo, Pas viene coinvolto nel Club 500 di Bologna, abbiamo trovato nuovi compagni di viaggio?

 

 

< indietro >

 

 

< home >

 

 

 

Aggiungi commento

Lingua

Italian English French German Spanish

Chi è online

Abbiamo 24 visitatori e nessun utente online

Contatore visite

3279440
Oggi
Ieri
Totale
8948
5377
3279440

Immagine casuale

500 via veneto roma 1.jpg