Io e la mia 500

...e il mondo di Pas

Attenzione
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito utilizza Cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Premendo il tasto "Accetto", acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu' clicca su "Approfondisci"

    Approfondisci

    Tu hai rifiutato l'utilizzo dei Cookie. Puoi ripensarci.

9^ tappa 7 marzo 2010 Trebisacce - Taranto - Bari

 

Percorso : Trebisacce, Metaponto, Taranto, Bari        2° Pilota Sergio

 

ore 9.00: con la scusa che in questo Hotel si sta bene quei due mi stanno facendo aspettare qui fuori, da sola .... ma quanto ci vuole a fare colazione?? forse non l'hanno capito che non vedo l'ora di arrivare alla prossima mèta!!!!

 

ore 10.00: finalmente si parte, ci lasciamo alle spalle il brutto tempo.

 

ore 11.00: siamo quasi a Metaponto, abbiamo costeggiato campi, prati ed alberi in fiore, mi metto a canticchiare "fiori rosa ... fiori di pesco" e questi qui si lasciano andare ai ricordi... ci fermiamo per un caffè.

 

ore 11.26: S.S. 106, velocità di crociera 70 km/h, tutto regolare.

 

ore 11.40: abbiamo bisogno tutti di un .. rifornimento.. i fratellini se la spassano... pane casareccio, formaggio e salumi locali,  a me.. solo l'odore, che rabbia, il mio stomaco reclama solo gas!!!

 

ore 11.50: guida Pas, cerca di contattare con il baracchino i camionisti in zona, ma neanche mi vedono ... sono troppo alti loro o troppo piccola io?? Finalmente ce n'è uno che si accorge di me, è incredulo: "ma che minchia (ops!) stai facendo???" non crede che vado a GPL, poi si convince, ma che simpaticoni 'sti camionisti...

 

ore 12.05: era ora, anche per me c'è il rifornimento, mi sento di nuovo a posto!

 

ore 12.15: ci avviciniamo a Taranto, siamo nella zona industriale, intorno a me ciminiere, serbatoi di carburante, gas , sbuffi da tutte le parti ... che paesaggio irreale ...

 

Ore 12,25 arrivo a Taranto centro storico.

 

Ore 12,40 Pas mi ferma davanti la bottega di Tonino il pescatore (‘u Bazar) tra nasse ed alici sotto sale c'è di tutto (ormai l’artigianato del marinaio si è perso). Abbiamo promesso a Tonino di inviare le foto… lui il computer non lo conosce.

Nel traffico di Taranto a stento arriviamo sotto il ponte girevole, davanti al Mar piccolo e le navi da guerra ormeggiate al molo. Un bimbo curioso si avvicina scrutandomi e mi chiede: ma quante ruote hai? Ne ha cinque perché Pas aveva bisogno di spazio nel bagagliaio e l’ha sistemata avanti, tra i fari: sono orgogliosa di questo lifting. Riprendiamo la strada per Bari. 

 

Ore 13,20 partiamo verso Bari sulla SS 7. Sergio telefona a Marcello e Danila per organizzare l’incontro nei pressi di Bari. Chissà che accoglienza avrò in quella città? Purtroppo mi aspetta la salita di Mottola…. Ce la farò..? Non ho il vento a favore… peccato! Puff puff puff… che fatica… (in terza)…. arranco… arranco… ma non soffro, il motore tiene! Pas non vuole mettere la seconda… le altre mie amiche mi sfrecciano vicine… che sfacciate!

Ecco, è finita la salita… ce l’abbiamo fatta! Pas adesso è più sereno. Ci aspetta solo la discesa fino a Gioia del Colle. Siamo sulla SS 100. Si incominciano a vedere i primi trulli nonché gli spacci di latticini di Gioia del Colle. Ai nostri lati la campagna è più verde, i confini sono fatti a pietra.
Intanto Pas ha usato la “doppietta” che mi ha fatto “sussultare” il motore! Che bravi questi miei piloti… non mi hanno mai fatto “grattare” il cambio, mi hanno trattato proprio con i guanti bianchi (come quelli che usa Pas)!

 

Ecco, si intravede Gioia del Colle, qui per un po’ di tempo ha lavorato Sergio subito dopo la laurea… tanti ricordi. Svoltiamo verso Gioia del Colle centro

 

Ore 14,06 siamo nel centro storico di Gioia: marciapiedi bianchi, palazzotti piccoli e carini, si sente il profumo delle mozzarelle ma non le vediamo! (perché è domenica).

 

Ore 14,40 stiamo andando verso Bari sulla SS 100. Sergio, così preso dalla guida, voleva da me anche la quinta marcia, mi ha fatto grattare; è perdonato.

 

Ore 15,00 siamo a Casamassima a 20 Km da Bari.

 

Ore 15,10 Ecco Bari, bella città circondata da vigneti ed uliveti; ora il sole mi bacia (forse da lassù qualcuno mi ama!). Arriviamo alla Tamoil. Ecco Giovanni Maria, Danila e Marcello mi accolgono calorosamente con una bandierina in mano… che gioia! Pas è tanto emozionato; altre foto… Tra poco arriveremo a casa.

 

Ore 15,20 Ad accogliermi ci sono anche Italo e Maria; dopo il caffè Italo scende giù perché mi vuole “scrutare” nei particolari… è incredulo, ma nello stesso tempo orgoglioso! Che bello… quante persone mi vogliono bene. Sono commossa, mi esce qualche lacrima dai miei fari anteriori…

 

16.05 usciamo …di nuovo? ma non mi avevano già parcheggiato nel meraviglioso posto auto sotto casa di Marcello e Danila? Insomma vado a farmi un altro bel giretto in città

 

16.15 mi fermo sul lungomare ad ammirare la città che si riflette sull’acqua ! Che spettacolo ragazzi…nonostante la tramontana gelida che mi lambisce la carrozzeria! Pas e Sergio sembrano due modelli sotto i flash dei fotografi…anche due ragazze li abbordano esclamando “siete bellisimi” e Sergio chiede “ma chi dei due ?” e loro “ovviamente tutti e tre (riferendosi anche a me!) e così…mi tengono ancora in sospeso sulla mia prossima meta.

 

16.20 stiamo entrando nella citta vecchia, o meglio, nel cuore della città vecchia, riferimento per tutti i baresi (mi dicono): Piazza del Ferrarese, luogo di ritrovo della gioventù cittadina e meta di magnifiche passeggiate e struscii…estivi ed invernali!

 

Insomma ragazzi, qui è la sorpresa: un magnifico comitato, coordinato da Maria e William,  mi accoglie in grande stile con striscioni, palloncini e bandierine colorate e a questo punto non riesco più a resistere…Pas ingrana la prima ed eccomi saltata sul piastrellato della grande piazza che abitualmente è accessibile solo ai pedoni.

Uno strappo alla regola mi è concesso persino dalla pattuglia dei carabinieri che poco dopo si apposta sulla piazza!In men che non si dica, nonostante il freddo polare, la piazza si gremisce di gente incuriosita dalla mia presenza. Iniziano a chiedere di me a Pas e Sergio e loro tutti orgogliosi riferiscono delle mie straordinarie prestazioni. Poco dopo, altra sorpresa, vengo raggiunta non da una ma da due sorelline 500! Che gioia, ragazzi! Chi se lo sarebbe mai immaginato che sarei stata in dolce compagnia…abbiamo sfoggiato tutte e tre sulla piazza proprio come vere modelle! Pas ha stappato lo spumante e tutti hanno brindato intorno a me e si sono rimpinzati con due belle torte farcite preparate da Antonella!

Sono proprio contenta, Pas non poteva farmi regalo migliore. Inoltre, il Comitato consegna a Pas l’attestato di benemerenza per i miei 40 anni e lui è visibilmente commosso!

17.30 circa rientriamo a casa di Marcello e Danila per continuare i festeggiamenti al caldo…io prima di rientrare approfitto per far vedere il Petruzzelli restaurato a Sergio che non l’aveva ancora ammirato e poi via a casa. Anch’io sono un po’ stanchina e ho bisogno di spegnere i fari e il motore per essere pronta domattina.

Sergio poco dopo è già pronto per rientrare a Crotone anche se non vorrebbe lasciarmi. Pas intrattiene gli ospiti raccontando le belle avventure di questi giorni e poi distrutto va a letto…Ancora un’altra giornata di emozioni! Anch’io vado a riposare e di certo a ricordare le belle cose che ho vissuto oggi…a domani!

 

Messaggio del Comitato di accoglienza (pervenuto l’8 marzo 2010) 

 

Alle Ore 16,20 arriva in Piazza del Ferrarese la 500, ricevuta in pompa magna dal Comitato di accoglienza. Giunta sulla piazza la 500 ha trovato il nastro del traguardo di colore bianco e rosso (i colori della città di Bari). Un membro del comitato di Accoglienza ha segnato l’arrivo al traguardo con la classica bandiera a scacchi bianchi e neri, mentre la 500 veniva accolta con uno squillo di tromba.

 

La macchina è passata, subito dopo il traguardo, sotto un drappo tricolore fatto di palloncini verdi, bianchi e rossi che, poi, sono stati sistemati sulla macchina.

 

Dopo aver superato i nastri, i piloti sono scesi e sono stati accolti dai presenti, con numerosi e calorosi applausi, i quali sventolavano bandiere personalizzate in onore della 500.

 

Il Comitato ha quindi esibito un cartellone di benvenuto, appositamente predisposto, con le firme dei presenti ed alcuni pensieri in onore dell’evento.

 

I piloti hanno fatto diverse fotografie con i presenti ed i passanti che, incuriositisi, si fermavano a vedere.

 

Il Comitato ha quindi ufficialmente consegnato un “Attestato di Merito per i primi 40 anni della mitica FIAT 500”, dandone pubblica lettura con un megafono.

 

Quindi è seguito un breve momento conviviale con stappo di spumante e distribuzione ai presenti di pezzi di torta preparata dal Comitato. Sono poi arrivate altre due 500 della stessa epoca che si sono posizionate sulla piazza a fianco della mitica 500..

 

 

 

 

indietro >

 

 

< home >

 

 

 

 

 

Commenti  

 
0 #9 agnese 2010-03-09 08:02
Il sogno e' il dono piu' bello di ogni essere umano .Egli nella sua mente lo crea,lo elabora e lo conserva senza paura che qualcuno lo distrugga...ma quando il sogno diventa realta'conserva ndone le stesse caratteristiche e'FANTASTICO ...continua a sognare ...
Citazione
 
 
0 #8 marco kr 2010-03-08 21:43
Zio Pas!!!perche' non ti sei tenuto un altro pò di giorni tuo fratello?!? ...è arrivato e ha "distrutto" la calma che c'era :eek: ...non fa che ripetere che si è divertito troppo e che vorrebbe ancora ripetere questa esperienza....

baci marco :lol:
Citazione
 
 
+1 #7 giovannino 2010-03-08 11:27
Nonno Pas...sei GRANDE! Ti ho seguito passo passo con mamma e papà e ho fatto il tifo per te! hai visto che mi sono messo la tuta da pilota anch'io? Quando sarò più grande ti farò da co-pilota...asp ettami che arrivoooooo! Tuo Giò Mascotte :P
Citazione
 
 
0 #6 Carmen 2010-03-08 09:31
Ho avuto la fortuna di intercettare la mitica squadra a Trebisacce....n on me lo sarei perdonato se mi foste sfuggiti!
Vi aspetta ancora tanta strada! Coraggio!
Un caro saluto,
Carmen
Citazione
 
 
0 #5 Anna 2010-03-07 21:44
ma quanti complimenti .... non ti starai montando la testa????
Citazione
 
 
0 #4 Rina 2010-03-07 19:19
Oltre le ....... mi hai lasciato le tue caramelle.Grazi e per avermi riportato Cesare pieno di entusiasmo.Ti abbraccio
e dai che ce la fai.
Citazione
 
 
0 #3 Caterina 2010-03-07 19:10
Fratello,sono orgogliosa di te!
Citazione
 
 
0 #2 Cesare 2010-03-07 19:08
Piccola,mi manchi.
Citazione
 
 
+1 #1 marco 2010-03-07 17:35
ci ha fatto piacere incontrarvi a Taranto. La vostra è una splendida idea e sarà un'indimenticab ile avventura. Buon viaggio e portate il vostro messaggio di innamorati dell'Italia a tutto il nostro Paese. Un caro saluto marco
Citazione
 

Aggiungi commento

Lingua

Italian English French German Spanish

Chi è online

Abbiamo 10 visitatori e nessun utente online

Contatore visite

3795597
Oggi
Ieri
Totale
232
656
3795597

Immagine casuale

100_5700rr.jpg

Copyright © 2018 www.ioelamia500.it.

All Rights Reserved.

Accedi

Privacy Policy Cookie Policy