Io e la mia 500

...e il mondo di Pas

Attenzione
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito utilizza Cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Premendo il tasto "Accetto", acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu' clicca su "Approfondisci"

    Approfondisci

    Tu hai rifiutato l'utilizzo dei Cookie. Puoi ripensarci.

2^ tappa 30 maggio 2011 Firenze - Bassano del Grappa

 

LUNEDI 30 MAGGIO

 

Ieri sera qualcuno ha fatto le ore piccole ... a zonzo per Firenze  ... e stamattina non si vede nessuno all'orizzonte ... Vagabondi, dove siete? Finalmente, alle 9,30, eccoli giungere trafelati ... presto, presto, potrebbero arrivare i vigili urbani, vogliamo farci fare proprio una bella multa? Accompagnati dall'ammirazione dei fiorentini ci apprestiamo a lasciare questa splendida città, non senza aver scattato le ultime fotografie ai suoi magnifici monumenti ...

 

 

Anche oggi un sole magnifico promette di accompagnarci per tutta la tappa, che si preannuncia come una delle più significative del nostro giro.

La via Bolognese ci attende, scalando le sue ripide salite attraverseremo la dorsale appenninica, i due piloti sono emozionati, questa nostra "Mille Miglia" sta veramente entrando nel vivo! Provvediamo ad effettuare, per evitare sorprese, un rifornimento di benzina alle porte di Firenze, ma non ci sarà bisogno di cambiare alimentazione, il mio cuore a GPL si dimostrerà adatto anche a queste pendenze importanti ...

 

Dopo pochi metri ... subito le prime ... impennate  ... si inizia immediatamente a salire di quota, tra uno sguardo al panorama, bellissimo, delle colline circostanti Firenze e un'occhiata sempre vigile al percorso da effettuare, curva dopo curva, paesino dopo paesino, ecco che ci avviciniamo al primo GPM del nostro tragitto! Iniziamo la scalata al Passo della Futa, alla guida Anna, mi accorgo che si sta divertendo un mondo!! Il mio motore ha la potenza giusta per questi tornanti, salgo con regolarità e con passo veloce ... i miei piloti sono proprio contenti, la tenuta di strada, poi ...

Vi svelo un segreto: come la mia amica "Piccola 500" anch'io sono munita di pneumatici a mescola termica di provenienza "Ral Gomme" di Pietramurata di Trento! Grazie a loro la guida sportiva di Anna può essere assecondata in tutta sicurezza, mi sento sempre molto aderente alla strada, complimenti ancora una volta al nostro fornitore!
La scalata dura una ventina di minuti, ci siamo divertiti, Pas si è cimentato in riprese video particolarmente accattivanti, speriamo riescano a dare le stesse sensazioni che abbiamo provato noi... Arrivati al passo ci prendiamo una piccola pausa, io all'ombra, i piloti a scambiare saluti con i gestori del ristoro, ormai si sentono a casa loro...

 

 

Si è pronti a partire di nuovo, ora guida Pas, che scherza e sgomma su un pò di sterrato, una nuvola di polvere avvolge altri ospiti del bar, per fortuna la simpatia prevale e ... nessuno se la prende! Affrontiamo la salita del secondo GPM di giornata, per giungere al Passo della Raticosa impieghiamo circa 15 minuti, si va su che è un piacere!

 

 

Dopo il Passo, cominciamo a scendere verso Bologna, attraversiamo Monghidoro, poi prima di Pianoro ecco le colline intorno al Monte delle Formiche ed al "Rulletto", quasi quasi vien voglia di fare una deviazione ... proviamo un altro rally?

 

 

Contattiamo l'amico Maurizio del "500 Club" di Bologna, con la sua simpatia ci viene a salutare mentre gustiamo un'ottima pizza sulla Via di Toscana, a proposito... grazie per il trattamento al gestore della Pizzeria San Pio, affascinato dalla nostra avventura ci omaggia con una freschissima e dissetante Coca Cola!

 

 

Maurizio come un vero Cicerone ci guida attraverso Bologna, in pochi minuti siamo in  grado di dirigerci verso Ferrara, ci aspettano Elvo e Giordana con le loro biciclette! Grazie alla cortesia dei vigili urbani riusciamo ad entrare nel centro storico, sosta e fotografie di fronte al Duomo e parcheggio nei pressi del Castello... che onore!

 

 

Rinunciamo a malincuore ai "cappellacci con la zucca" promessi da Elvo, ma siamo un pò in ritardo rispetto alla tabella di marcia, la tappa è ancora lunga, salutiamo i due ciclisti e ... di nuovo sulla strada, direzione Padova! Ora il panorama è completamente cambiato, siamo nel bel cuore della pianura, alle colline ed ai ciliegi dell'Appennino ... (che voglia di cogliere quei frutti rossi...) si sostituiscono le distese coltivate di granturco ed i filari di alberi così ordinati che ... Ma chi si nasconde dietro questi disegni così perfetti?

 

Si vedono in lontananza i Colli Euganei, Padova è vicina, anche qui ci attendono amici cari che ci accolgono con grande simpatia! A casa di Fernanda e Massimo, tra ottime pizzette calde e ... ciliegie ... una bella chiacchierata defaticante e poi, di nuovo sulla strada, continuiamo a salire, l'arrivo a Bassano del Grappa è vicino!

 

Sono le 21, all'Hotel Positano un rifugio in mezzo al verde ... ma ... i due vagabondi hanno una fame da lupi... vicino la Chiesa ecco l'Osteria Trinità, cosa si mangia? Ottima scelta, "bigoli con capperi, pomodorini e sarde", poi un "piatto alla Trinità" (fagioli, polenta morbida,  pancetta stufata alla griglia, formaggio di malga"), insalatina... tanti complimenti ai cuochi e ai ragazzi di questo locale, un misto di simpatia e competenza!

Tra scambi di ricette e  informazioni sul nostro giro anche qui giunge la mezzanotte ... presto, vagabondi, l'Hotel vi aspetta! Mi lascio fare gli ultimi complimenti della giornata, tra le vie silenziose di Bassano accompagno i miei piloti al meritato riposo, e domani .... nuove avventure!

 

 

< indietro >

 

 

< home >

Aggiungi commento

Lingua

Italian English French German Spanish

Chi è online

Abbiamo 50 visitatori e nessun utente online

Contatore visite

3285120
Oggi
Ieri
Totale
292
4084
3285120

Immagine casuale

100_5700rr.jpg