Io e la mia 500

...e il mondo di Pas

Attenzione
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito utilizza Cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Premendo il tasto "Accetto", acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu' clicca su "Approfondisci"

    Approfondisci

    Tu hai rifiutato l'utilizzo dei Cookie. Puoi ripensarci.

Schema funzionale di un orto

schema

             
  COMPOSTIERA       SEMENZAIO  
             
        piantine    
    compost        
      ORTO semi    
      22 BANCALI      
             
    attrezzi e varie   prodotti    
  MAGAZZINO       MAGAZZINO  
  SUPPORTO       DISTRIBUZIONE  
             
             

 

 

funzioni operative

 

Organizzazione funzionale

“Orto Sinergico Condiviso ”

 

Premessa:  Viene richiamato il regolamento generale dell' Associacione nella quale nasce l' Orto-giardino Sinergico condiviso. Il collettivo sinergico intende regolamentarsi e organizzarsi costituendo, per ogni attività prevista, un gruppo di lavoro.

 

Gruppo di lavoro: i partecipanti al sinergico per ogni processo di lavoro formeranno un gruppo. Nell’ambito del gruppo designano un referente che avrà il compito di coordinare, di volta in volta, gli iscritti al gruppo verso il raggiungimento dell’obiettivo prefissato nel processo stesso. Peraltro, tutti i partecipanti al sinergico sono tenuti, qualora si presentasse la necessità imprevista, a partecipare ad altri processi di lavoro atti a garantire il raggiungimento dell’obiettivo prefissato.


Partecipante
: deve garantire la sua presenza secondo quanto previsto dal regolamento generale. Ogni partecipante al sinergico deve iscriversi a uno o più gruppi di lavoro.  L’iscrizione a un gruppo di lavoro deve ritenersi scelta prevalente per una o più attività e, pertanto, non deve ritenersi come scelta esclusiva, cioè il partecipante non deve ritenersi escluso dalle altre attività, anzi deve continuamente relazionarsi con gli altri gruppi informandosi sulle evoluzioni delle attività stesse. Lo scambio, libero e spontaneo, delle esperienze ha per obiettivo una formazione continua sul campo.

Nel caso di recesso di un partecipante, il subentrante, al momento dell’iscrizione svolgerà il lavoro programmato dal sostituto; al fine di garantire la continuità nel lavoro già programmato, il subentrante potrà modificare l’iscrizione al/ai gruppo/i di lavoro solo dopo che avrà ultimato il lavoro.

 

Partecipante condiviso: è prevista la possibilità che un iscritto possa condividere la stessa quota di partecipazione con altro ortolano regolarmente iscritto al progetto. In tal caso la partecipazione alle attività dell’orto deve essere dagli stessi organizzata in modo da non recare difficoltà nella gestione dei gruppi di lavoro. I diritti e doveri dei due partecipanti sono collegati alla quota di iscrizione, pertanto si ritiene opportuno precisare che il principio della condivisione  non genera in nessun caso il raddoppio del diritto/dovere nelle gestioni delle attività, nelle decisioni assembleari, nelle quote di partecipazione e nella distribuzione dei prodotti.

 

Processi di lavoro: allo stato sono individuate le seguenti macro attività.

  1. Approvvigionamento risorse
  2. Semenzaio
  3. Manutenzione bancali
  4. Messa a dimora piante
  5. Monitoraggio malattie e parassiti
  6. Raccolta prodotti e distribuzione
  7. Analisi e statistiche, gestione quote
  8. Pubbliche relazioni, gestione sito web
  9. Partecipazione attività comune : frutteto, compostiera

 

Nell’ambito di ogni processo, saranno individuate le micro attività che rappresenteranno gli obiettivi che ogni gruppo dovrà raggiungere nel rispetto dei tempi e modalità concordati con gli altri gruppi in sede di programmazione annuale/stagionale.

Attività: il dettaglio delle micro-attività è, di massima, di seguito sviluppato

.

  1. Approvvigionamento risorse: racchiude tutte le attività per l’approvvigionamento e di custodia (magazzino) di tutti i materiali e gli attrezzi necessari alla conduzione dell’orto sia nella fase iniziale sia nei periodi successivi nel rispetto del programma; particolare attenzione dovrà essere rivolta alla gestione della “compostiera sociale” che rappresenta, per l’esperienza “sinergica”, uno dei principi basilari nel riuso degli scarti alimentari.
  2. -attrezzi (falcetto, vanga, zappa,rastrello,forbici da pota) e accessori (telo forato, cannicciata frangivento,t.n.t., telo di plastica). A carico di ogni partecipante saranno acquistati e gestiti gli attrezzi personali (cucchiaio/paletta, cazzuola appuntita e affilata, rastrello piccolo a tre denti, coltello e guanti da giardiniere.)
    1. -
    materiali (cartone,paglia,terriccio, letame, compost, tutori, tubi e raccordi, accessori)
  3. -semi e piante

 

  1. Semenzaio: l’attività raggruppa tutte le funzioni essenziali per un corretto sviluppo delle piante partendo dal seme, presuppone un attento controllo dell’ambiente al fine di evitare lo sviluppo di parassiti e muffe; l’attività prioritaria viene rivolta alla formulazione di un calendario di seminazione con obiettivo di garantire la produzione di piantine da mettere a dimora nei periodi previsti. Si rileva la necessità di una corretta e puntuale programmazione con l’attività di cui al punto 4) (messa a dimora.)
    1. preparazione dei letti caldi
    2. rilevazione delle temperature e umidità
    3. compilazione delle schede
    4. tecnica di semina graduale
    5. tecnica di diradamento
    6. controllo germinazione e rilevazione statistica
    7. preparazione e gestione calendario semine

 

  1. Manutenzione bancali ed aree: l’attività comprende il rispetto della sicurezza nell’ambito dell’orto sinergico e delle aree limitrofe con livellamento dei passaggi e relativa pulizia oltre alla gestione tecnica e funzionale dei bancali.
    1. drenaggio orto
    2. ripristino forma iniziale dei bancali
    3. pacciamatura con paglia e altro
    4. tutori stagionali e permanenti
    5. coperture / protezioni
    6. concimazione
    7. impianto idrico (manutenzione e controllo compreso centralina)
    8. camminamenti interni
    9. vialetti limitrofi e piazzole di servizio

 

  1. Messa a dimora delle piante: l’attività presuppone la conoscenza della tecnica della consociazione nel caos dell’orto sinergico, la conoscenza dello sviluppo dell’impianto radicale e dell’impianto fogliare delle piante, per cui è necessario un forte grado di osservazione da parte dell’operatore nel monitorare lo sviluppo delle piante. Per tale attività si auspica una continuità dell’operatore dal momento della messa a dimora fino al raccolto del prodotto, l’attività prioritaria è rivolta alla formulazione di un calendario di messa a dimora delle piantine con obiettivo di garantire la produzione di frutti nei periodi previsti. Si rileva la necessità di un corretta e puntuale programmazione con l’attività di cui al punto 2) (semenzaio).
    1. esposizione bancale (grado di umidità, ore si sole, luminosità)
    2. dimensioni bancale
    3. disponibilità irrigazione
    4. calendario stagionale messa a dimora
    5. schede informative ( piante / prodotti)

 

  1. Monitoraggio malattie e parassiti: l’attività consiste nel monitoraggio sistematico della area del sinergico e, in particolare, nel relazionarsi con i conduttori degli orti “individuali” del progetto. L’attività presuppone una particolare attenzione nella individuazione delle malattie sin dalla prima fase e, nel contempo, una ricerca attenta sull’uso di rimedi eco-compatibili (sono vietati pesticidi e altre sostanze stabilite nel regolamento generale del progetto); spesso tali rimedi (infusi, macerati ecc) devono essere preparati in loco e, se non conosciuti (vedi elenco), l’uso deve essere prima concordato con i responsabili del progetto.
    1. ricognizione
    2. analisi
    3. interventi e prevenzione

 

  1. Raccolta prodotti e distribuzione: l’attività di gestione dei prodotti è orientata verso la riproduzione (ottenimento di semi per un futuro utilizzo e/o scambio), verso una corretta raccolta del prodotto ( per es.  per  le verdure : foglia a foglia ovvero ceppo intero) verso una corretta distribuzione dei prodotti secondo le richieste degli ortolani; inoltre, l’attività presuppone la conoscenza del metodo di utilizzo dei resti delle piante come  pacciamatura dei bancali
    1. individuazione prodotti e piante per riproduzione
    2. modalità di raccolta per tipologia di pianta
    3. raccolta prodotti
    4. gestione richieste degli ortolani
    5. distribuzione prodotti
    6. modalità eliminazione piante / pacciamatura

 

  1. 7.Raccolta dati, analisi statistiche e gestione quote: l’attività tende a creare un data-base efficace e funzionale per una corretta programmazione delle attività future; i dati provenienti da ogni attività di cui ai punti precedenti saranno elaborati e analizzati; periodicamente, almeno ogni due mesi, saranno proposte delle relazioni da discutere in assemblea ; altra attività riguarda la gestione amministrativa per le spese da sostenere e la raccolta delle quote:
    1. elaborazione schede e dati
    2. analisi dati
    3. relazioni periodiche
    4. gestione amministrativa quote/spese

 

  1. 8)Pubbliche relazioni, gestione sito web: l’attività ha per obiettivo la gestione dell’immagine dell’Orto Sinergico Collettivo Aguzzano (OSCA) infatti, si sviluppa in relazioni verso l’interno e verso l’esterno in armonia con i responsabili del progetto: vuole essere il mezzo di comunicazione ufficiale che gli ortolani sinergici, sulla base delle loro esperienze sul campo, offrono a tutti quelli che si avvicinano a tale tipo di coltura
    1. relazioni verso i responsabili del progetto
    2. relazioni verso l’esterno in armonia con i responsabili del progetto
    3. accoglienza new-entry
    4. accoglienza gruppi di visitatori
    5. stampe e pubblicazioni
    6. gestione  e manutenzione sito web

 

  1. partecipazione attività comune : lo spirito collettivo del sinergico si estende anche alla partecipazione delle attività comuni e generali del progetto. Anche in questo caso, sarà sempre tenuto presente l’obiettivo della sicurezza, della funzionalità e del decoro dell’intera area.
    1. frutteto
    2. compostiera
    3. siepe
    4. tabelle informative

Lingua

Italian English French German Spanish

Chi è online

Abbiamo 8 visitatori e nessun utente online

Contatore visite

3771866
Oggi
Ieri
Totale
128
252
3771866

Immagine casuale

che grinta.jpg

Copyright © 2018 www.ioelamia500.it.

All Rights Reserved.

Accedi

Privacy Policy Cookie Policy