Io e la mia 500

...e il mondo di Pas

Attenzione
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito utilizza Cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Premendo il tasto "Accetto", acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu' clicca su "Approfondisci"

    Approfondisci

    Tu hai rifiutato l'utilizzo dei Cookie. Puoi ripensarci.

2011 dal viaggio in Corsica

 

2011 - agosto

 

Corsica,
non un’isola, un mondo... Un mondo che racchiude cime innevate, monti, boschi, fiumi scroscianti di acqua,cascate spumeggianti e rumorose, orizzonti infiniti... anzi, no... l’Elba e Capraia di fronte!  la Sardegna ... La Maddalena... il mondo non è infinito!

Arrivammo in quel Paradiso con il sorriso sulle labbra, già immaginando le meraviglie che avremmo visto, il nostro spirito da escursionisti si entusiasmava sempre di più, man mano che ci si addentrava nell’isola... si parlava, si commentava, si sorrideva, si fotografava... da quel momento in poi.... decidemmo di fotografare con i nostri occhi, di parlare con il nostro cuore, di  condividere col nostro sguardo... Ah, che bello!!!

Siamo arrivati a Corte e l’abbiamo sentita già nostra... sembrava che ci fossimo già stati... quei volti, quelle persone... parlavano con noi... quel gatto sul muretto, che avremmo successivamente accarezzato ... era già nostro amico! Quella casa... ma c’eravamo già stati?

Abbiamo subito incontrato Pascal... li sulla piazza... “ Ma quanto tempo ci avete messo ad arrivare? Perché non siete venuti prima?”  Ci ha presentato la sua terra, ci ha raccontato le sue gesta...

 

 

Un caffè... quel bar nella viuzza sembrava fatto apposta per quei due... i due Pascal, li a raccontarsi le loro fantasie... io, ad accarezzare il gatto, calmo e tranquillo li, indifferente a tutto quell’andirivieni di turisti e passanti rumorosi... Ma che posto è questo?

 


Qui, dal cuore della Corsica, Pascal ci disse che potevamo scegliere  dove andare....

Ma dove andare? ... Sicuramente verso Nord, verso quel “ditone” che sembra fare il solletico alla nostra Liguria.... Verso le 9 siamo pronti, via, si parte...: è una splendida mattina, il sole è già alto (da qualche ora ormai si diverte a “baciarci”...), ma l’aria è ancora fresca!

All’orizzonte, sulla nostra sinistra, una “cresta” di montagne illuminate dal sole ferma il nostro sguardo...

 

Siamo tutti in silenzio, non abbiamo nessuna voglia di commentare tanta bellezza: dopo aver ammirato queste cime di 2.500 – 2.700 mt immaginiamo già di scoprire il mare azzurro del Golfo di Saint Florent... Ci attende un percorso continuamente mutevole, la statale è inizialmente gradevole, senza particolari difficoltà, ai nostri lati piccoli paesi ci osservano arroccati sui monti, il sole sovrasta la nostra auto... qualcuno cerca inutilmente di evitarne i raggi... ma i piloti impavidi ne accolgono senza timore tutto il calore...

 

Laggiù, in fondo al rettilineo, c’è il mare, direzione Isola Rossa, ma non è questa la nostra meta odierna, prima del bagno deviamo verso l’interno, dovremo affrontare parte del “deserto des agriates” per giungere a Saint Florent! Ora la strada è più tortuosa, più stretta, ma anche più spettacolare... ci inerpichiamo immersi in una natura sempre più selvaggia ed arida, il verde del fondovalle lascia il posto ai massi di questo deserto... siamo affascinati, quasi rapiti, ma all’improvviso, dietro una curva ... un furgone rovesciato ci fa capire la pericolosità di questa strada e recuperiamo il nostro giusto grado di attenzione e di concentrazione alla guida! Ci fermiamo su al passo, qualche foto ad immortalare il passaggio

 

a colori  

 

o in bianco e nero

 

e poi via verso il Golfo... Ora avvistiamo un falchetto che si diverte a svolazzare sopra di noi, percorriamo qualche chilometro in sua compagnia, curva dopo curva, senza pause...riprendiamo fiato e tranquillità...

 

Sulla nostra sinistra, in basso, iniziamo a scorgere un blu intenso, un contrasto evidente col colore di questi monti che vanno a tuffarsi direttamente nel Golfo... tra poco saremo laggiù...

Belle sensazioni ... si possono descrivere fino in fondo? Si può fotografare tutto ciò?

 

Lasciamo spazio alle fotografie di ognuno, qui bisogna venire ed ammirare coi propri occhi, assaporare ogni momento da soli... vi lasciamo immaginare, vi invitiamo a viaggiare, vi invitiamo a ... gustare questa splendida isola ... buon appetito!

 

 

 

 

 

 

 

Aggiungi commento

Lingua

Italian English French German Spanish

Chi è online

Abbiamo 41 visitatori e nessun utente online

Contatore visite

3279474
Oggi
Ieri
Totale
8982
5377
3279474

Immagine casuale

500  piazza mincio roma.jpg